L’organizzazione mondiale del commercio (OCM) ha recentemente pubblicato un nuovo report, che esamina il possibile impatto della tecnologia blockchain sulla finanza commerciale. L’OMC mira a fornire una solida ricerca al fine di informare sui benefici ampiamente discussi negli scambi internazionali.

Abbiamo preparato per voi una breve descrizione dei principali risultati dell’OMC.

Commercio privo di supporti cartacei

Il commercio internazionale include una quantità eccessiva di amministrazione. Secondo un test di Maersk del 2014, 1 spedizione dal Kenya nei Paesi Bassi comprendeva oltre 100 attori, 30 persone e 200 interazioni. Dai 34 giorni di spedizione, 10 giorni erano dovuti al ritardo dei documenti. Utilizzando la tecnologia blockchain, la documentazione potrebbe essere registrata significativamente più veloce e con maggiore efficienza. Per quanto riguarda le lettere di credito ampiamente utilizzate, secondo un test di Barclays, blockchain può ridurre il tempo necessario da 7-10 giorni a poche ore.

Nuovi servizi

Internet ha aperto la porta a una vasta gamma di nuovi modelli di business, in particolare nel settore dei servizi. Blockchain potrebbe estendere ulteriormente questa possibilità. I servizi migliorati possono includere anche la finanza, i servizi di e-commerce e le assicurazioni. Ad esempio, potrebbe essere utilizzato per migliorare il settore assicurativo marittimo. Il 90% del commercio internazionale è condotto su rotte marittime, con rischi multipli che vanno dai porti congestionati ai danni del carico. L’industria da $ 30 miliardi è piena di inefficienze. Maersk, IBM ed Ernst and Young hanno già realizzato le prime dimostrazioni per l’emissione di un’assicurazione marittima e migliorato in modo significativo l’efficienza.

Ostacoli verso l’adozione

Mentre blockchain ha il potenziale per enormi miglioramenti, ci sono diversi problemi che prima dovevano essere risolti. Tali questioni includono la velocità delle transazioni e il consumo di energia, in particolare per quanto riguarda le blockchain pubbliche. La tecnologia resiliente a molti attacchi alla sicurezza a grazie alla crittografia e della natura distribuita, ha ancora alcuni potenziali punti deboli. Gli altri due principali problemi ora sono l’interoperabilità tra diversi tipi di blockchain e il quadro legale che si sta ancora sviluppando attorno a questa nuova tecnologia.

“La Blockchain potrebbe rendere il commercio internazionale più intelligente, ma il commercio intelligente richiede soluzioni intelligenti e una standardizzazione intelligente, che può essere sviluppata solo attraverso la cooperazione”, si legge nella relazione. “Se riusciremo a creare un ecosistema favorevole allo sviluppo più ampio di Blockchain, il commercio internazionale potrebbe apparire radicalmente diverso tra 10 e 15 anni”.

Roxana Florea

Roxana è la co-fondatrice di Blockchain Flash News. Appassionata di blockchain e criptovalute, mira ad aiutare le aziende blockchain ad aumentare la visibilità nel mercato attraverso l'implementazione di strategie di crescita sui social media.

View all posts

Add comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement